Categories

01/05/2021

Qual è la migliore coppia di valute per fare trading su MT4 e MT5 di XM?

Quale coppia di valute è la migliore per fare trading con XM? Conosci le caratteristiche della valuta.

Qual è la migliore valuta FX su cui fare trading?

XM è un broker Forex e CFD online e offre oltre 1000 strumenti finanziari per fare trading sulle loro piattaforme.

Tra i vari prodotti, quello più diffuso e commercializzato sono le “Coppie di valute Forex”.

Sebbene il Forex sia noto come il più grande mercato finanziario del mondo, è anche il mercato più scambiato su XM MT4 e MT5.

Il trading di coppie di valute Forex ti offre vari vantaggi che altri mercati non possono offrire, come una leva elevata fino a 1: 888, uno spread ridotto da 0,0 pip, una commissione di trading bassa e anche una liquidità profonda che garantisce l’esecuzione di ordini di alta qualità con meno slippage.

Ora sai che le coppie di valute Forex sono molto popolari, ma sai qual è la valuta migliore per fare trading con XM?

Ciò dipende interamente dalle tue conoscenze, dal paese in cui ti trovi e dal tipo di informazioni che puoi raggiungere quotidianamente.

Ogni valuta ha caratteristiche diverse e devi conoscere non solo l’andamento, ma anche come viene influenzato il prezzo della valuta e da dove.

Per i trader che non hanno deciso quale coppia di valute negoziare, abbiamo riassunto di seguito le caratteristiche delle valute principali, minori ed esotiche.

Vai al sito web ufficiale di XM

1. Dollaro USA – La valuta di scambio più popolare al mondo

Il dollaro USA, è la valuta chiave più grande del mondo, viene utilizzato non solo negli Stati Uniti, ma anche per il commercio e le transazioni finanziarie internazionali.

Si prevede la popolazione degli Stati Uniti sarà in continua crescita, questo è stato possibile prevederlo grazie ad attente analisi che hanno riscontrato un alto potenziale di crescita.

C’è anche una tendenza al miglioramento dei “deficit gemelli (deficit finanziari e deficit delle partite correnti)” di cui soffrivano una volta.

In particolare, il disavanzo delle partite correnti dovrebbe migliorare in futuro a causa del drammatico aumento della produzione energetica interna dovuto alla rivoluzione dello scisto.

Nessun paese (o regione) è paragonabile agli Stati Uniti, con l’Eurozona alle prese con i propri problemi, il dollaro USA continua a svolgere un ruolo centrale nel mercato dei cambi.

A causa dell’elevata liquidità del dollaro USA e dell’elevato volume di transazioni, le fluttuazioni del mercato sono relativamente contenute.

Nel caso di investitori che evitano il rischio e trasferiscono fondi in asset sicuri, come in passato quando era possibile con l’ “acquisto di emergenza del dollaro”, la cosiddetta fase di risk-off, il dollaro USA tende ad essere la seconda valuta dopo lo yen giapponese.

Inoltre, il dollaro USA è trainato principalmente dai prezzi di mercato degli Stati Uniti, e possono essere conosciuti in modo relativamente semplice grazie alle notizie, quindi si può dedurre che è una “valuta di facile comprensione”.

La politica monetaria è il fattore più importante nell’analisi del dollaro USA.

La Federal Reserve, la banca centrale, tiene il FOMC (Federal Open Market Committee) otto volte all’anno per determinare la politica monetaria.

Quattro di queste volte (una volta ogni due volte), vengono annunciate le prospettive economiche dei partecipanti al FOMC e le previsioni approssimative di politica monetaria.

E, cosa più importante, le statistiche sull’occupazione vengono pubblicate il primo venerdì di ogni mese.

A differenza di altre banche centrali, la Fed non si occupa solo della stabilità dei prezzi, ma ha anche il compito di massimizzare l’occupazione.

Pertanto, le statistiche sull’occupazione hanno un impatto significativo sulla politica monetaria oltre a riflettere vividamente le tendenze economiche.

Oltre alle statistiche sull’occupazione, ci sono anche importanti dati come vendite al dettaglio, statistiche sui prezzi, indice del sentiment delle imprese, rapporto economico della Fed regionale (Beige Book), ecc.

Le tendenze delle obbligazioni (tassi di interesse) e dei prezzi delle azioni sono fortemente legate al dollaro USA e hanno un grande impatto sui mercati finanziari globali.

Scambia coppie di USD con XM

2. Euro – Il secondo volume di scambi più alto al mondo

L’euro è una valuta che ha iniziato a essere negoziata nel gennaio 1999 in conformità con il consolidamento valutario condotto nell’ambito dell’UE (Unione europea), istituito nel novembre 1993.

L’euro come valuta monetaria è nato nel gennaio 2002 e ha una storia breve, ma ha il il secondo più grande volume di scambi al mondo dopo il dollaro USA e si è affermata come valuta internazionale.

A partire dal 2020, l’euro è utilizzato in 19 paesi membri dell’UE denominati “zona euro” e in 6 paesi non UE, per un totale di 25 paesi.

Il vantaggio dell’introduzione dell’euro è che consente di risparmiare tempo e costi per le operazioni di cambio nell’area dell’euro ed evita il rischio di fluttuazioni valutarie.

D’altra parte, le politiche fiscali dei paesi partecipanti all’euro sono tali permettere di mantenere la sovranità di ogni paese.

Quando si evidenziano problemi in alcuni paesi con basi finanziarie deboli, come la crisi del debito sovrano europeo del 2010, la moneta comune, l’euro, potrebbero cadere e altri paesi potrebbero essere svantaggiati.

Lo svantaggio è che un paese con una solida base finanziaria deve aiutare un paese con una base finanziaria debole (fornendo supporto finanziario, ecc.) per risolvere il problema.

Si dice che tali differenze nelle “circostanze familiari” dei paesi dell’area euro influiscano anche sul processo decisionale della BCE (Banca centrale europea) che gestisce l’euro, rendendo difficile una gestione flessibile della politica monetaria.

La coppia EUR / USD, che è la coppia di valute del dollaro USA e dell’euro, è la più scambiata al mondo ed è in una relazione parallela con “compra l’euro, vendi il dollaro” o “vendi l’euro, compra il dollaro”.

Ad esempio, la crisi finanziaria greca è “materiale per la vendita di euro”, mentre è “materiale per l’acquisto in dollari USA”.

L’Eurozona ha profondi legami geografici ed economici con la Russia e i paesi arabi, e se ci sono conflitti o terrorismo in quei paesi, o se c’è una crescente preoccupazione per la crisi economica, c’è il rischio geopolitico che renderà l’euro più facile da vendere.

Scambia coppie di euro con XM

3. Yen giapponese – Come “risorsa di sicurezza”

L’attualmente in circolazione è il “nuovo yen giapponese” emesso dopo la seconda guerra mondiale, inizialmente fissato a $ 1 = 360 yen, e il Nixon Shock del 1971 (la conversione di dollari e oro è stata sospesa).

Dopo il 1973, il mercato dello yen giapponese è passato a un sistema di cambio fluttuante.

Nel 2011, lo yen si è rafforzato e il dollaro si è indebolito al livello di 75 ¥.

Tuttavia, il rapido deprezzamento dello yen giapponese è accompagnato dalla prima freccia della politica economica “Abenomics”, lanciato dall’amministrazione Abe nel dicembre 2012, noto come “audace politica monetaria”.

Il 5 giugno 2015, il tasso di cambio USD / JPY è salito a un massimo di 125,86 yen giapponesi dal giugno 2002.

Mentre la Banca del Giappone continua ad attuare un allentamento monetario non convenzionale, lo yen giapponese sarà in grado di guadagnare profitti “vendendo lo yen preso in prestito a tassi di interesse bassi e acquistando attività in valuta estera” poiché il costo del finanziamento per prendere in prestito lo yen giapponese sarà basso.

È anche la valuta rappresentativa del cosiddetto “carry trade”.

In precedenza, l ‘”acquisto di emergenza in dollari”, che è facile da acquistare in caso di “emergenze” come guerra, conflitto o crisi finanziaria, è sempre stato considerato un ottimo investimento, ma recentemente, “l’acquisto di emergenza di yen giapponesi” è diventato estremamente popolare.

Quando gli Stati Uniti fanno parte o sono coinvolti in guerre o conflitti, o quando l’incertezza sulla politica monetaria degli Stati Uniti aumenta, c’è la tendenza ad evitare il dollaro USA e ad acquistare lo yen giapponese come avversione al rischio.

Scambia coppie di yen giapponesi con XM

4. Great British Pound – Il quarto volume di scambi più grande

La sterlina viene utilizzata anche come unità monetaria in Egitto, ma comunemente il termine “sterlina” indica la sterlina britannica.

Dall’impero britannico fino a subito dopo la seconda guerra mondiale, era la valuta chiave del mondo, ma con il declino dell’economia britannica in seguito, la posizione della valuta chiave fu sostituita dal dollaro USA.

Tuttavia, è considerata come 4a valuta internazionale più scambiata nel mondo.

Nel Regno Unito, essendo un membro dell’UE (Unione Europea),fu anche considerata l’introduzione della moneta europea comune, l’euro, ma le molteplici e problematiche opposizioni interne non permisero la partecipazione all’unione monetaria.

Per questo motivo, la BOE (Bank of England) emette banconote e controlla il tasso di interesse politico, e ha una politica monetaria più flessibile rispetto alla BCE (Banca centrale europea), che è una raccolta di banche centrali in molti paesi.

Il Regno Unito ha deciso il Brexit (L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea) in un referendum del giugno 2016.

Va notato che la sterlina britannica, come lo yen giapponese, è meno soggetta a speculazioni perché ha una circolazione minore rispetto al dollaro USA e all’euro, quindi si può dire che i movimenti di prezzo saranno probabilmente violenti.

Scambia coppie di sterline britanniche con XM

5. Dollaro canadese – Valuta del paese con un profondo legame con l’USD

Sebbene il Canada sia un membro del Commonwealth , il dollaro canadese si comporta in modo simile al dollaro USA a causa dei suoi stretti legami economici con gli Stati Uniti.

Anche il Canada lo è ricco di risorse energetiche e minerali come petrolio, gas naturale e metalli, ed è anche dotato di risorse forestali.

La rivoluzione dello scisto è stata un grande vantaggio non solo per Stati Uniti ma anche nella produzione di petrolio greggio del Canada.

La politica monetaria è gestita dalla Bank of Canada (BOC), che è la banca centrale.

La politica monetaria tende a seguire la Fed (Federal Reserve Board) un po ‘più tardi a causa dei suoi forti legami economici con gli Stati Uniti.

Il dollaro canadese si caratterizza per essere sensibile al prezzo del petrolio greggio.

Quando il prezzo del greggio aumenta, il dollaro canadese tende a salire e, viceversa, quando il prezzo del greggio scende, il dollaro canadese tende a scendere.

Scambia coppie di dollari canadesi con XM

6. Dollaro australiano – paese ricco di risorse

L’Australia dispone di risorse abbondanti come il ferro e il carbone e poiché le risorse minerarie rappresentano oltre il 50% di tutte le esportazioni, il dollaro australiano (AUD) ha una valuta basata sulle risorse.

Anche l’Australia lo ha La Cina come suo principale partner commerciale, con oltre il 30% di tutte le esportazioni destinate alla Cina.

Pertanto, il dollaro australiano ha la caratteristica di essere suscettibile ai prezzi delle materie prime come petrolio greggio, oro e minerale di ferro e fattori in Cina.

Altri indicatori come il CPI, il CDP, le statistiche sull’occupazione e le vendite al dettaglio che sono soggetti all’obiettivo di inflazione della RBA dovrebbero essere tenuti presenti.

Inoltre, lo stesso dollaro australiano reagisce agli indicatori economici cinesi, il che lo rende facile da spostare durante il periodo dell’Asia e dell’Oceania.

Un tempo il dollaro australiano era considerato una valuta ad alto tasso di interesse e il tasso di interesse ufficiale è stato temporaneamente aumentato al 7,25% nel marzo 2008, ma da dicembre 2018 è calato all’1,50%.

Tuttavia, l’Australia è ancora una valuta popolare in FX perché ha relativamente poche incertezze economiche e politiche, transazioni di esportazione attive e abbondanti risorse naturali.

L’Australia ha un rating del credito relativamente stabile da tre principali agenzie di rating e si può dire che l’Australia si trova in una sana posizione finanziaria.

La riunione decisionale della RBA si tiene il primo martedì di ogni mese tranne gennaio.

La RBA ha adottato un obiettivo di inflazione e sta conducendo una politica in modo che l’indice dei prezzi al consumo (CPI) rimanga compreso tra + 2% e + 3% nel medio termine.

Inoltre, il dollaro australiano tende a essere influenzato dal rischio di mercato e dal rischio di esclusione e tende a salire quando gli investitori rafforzano la loro propensione al rischio (risk-on), e viceversa gli investitori indeboliscono la propensione al rischio (risk off) se la valuta tende a cadere.

Oltre a questo, è necessario prestare attenzione alle tendenze del mercato azionario di ciascun paese e alla situazione internazionale come il rischio geopolitico.

Fai trading sulle coppie del dollaro australiano con XM

7. Dollaro neozelandese – Collegamento alle economie australiana e cinese

L’economia della Nuova Zelanda è dipendente dal commercio (esportazioni + importazioni) che rappresenta circa il 70% del PIL.

La principale destinazione delle esportazioni è passata dall’Australia alla Cina nel 2013, con oltre il 20% delle esportazioni totali dirette alla Cina.

Di conseguenza, l’economia della Nuova Zelanda è fortemente influenzata dalle tendenze dell’economia cinese.

Sebbene si dice che il dollaro neozelandese sia una valuta basata sulle risorse, ha un carattere leggermente diverso dal dollaro australiano.

La Nuova Zelanda non produce risorse come petrolio greggio o minerali.

L’allevamento di latte è la principale industria di esportazione e i prodotti lattiero-caseari rappresentano circa il 30% di tutte le esportazioni.

Pertanto, il NZD è più suscettibile ai prezzi dei prodotti agricoli come i latticini rispetto al petrolio greggio e all’oro, ed è necessario prestare attenzione a queste tendenze quando si guarda al NZD.

Sullo sfondo del calo dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari, la Nuova Zelanda ha ripetutamente tagliato i tassi di interesse dal 2015.

L’attuale tasso di interesse ufficiale è dell’1,75%, suggerendo la possibilità di un ulteriore allentamento.

Un’altra cosa che influenza il NZD è la politica monetaria della RBNZ (Reserve Bank of New Zealand).

RBNZ tiene riunioni politiche otto volte all’anno (ogni 6 settimane).

La RBNZ ha adottato un obiettivo di inflazione e sta attuando una politica che mantiene l’indice dei prezzi al consumo (CPI) nel range compreso tra +1 e + 3% a medio termine rispetto all’anno precedente.

Un’altra caratteristica del NZD è che riflette facilmente i cambiamenti nella consapevolezza del rischio degli investitori.

È importante notare che il rischio è un fattore positivo per il dollaro neozelandese, può esserlo se si attiva a causa dei prezzi elevati delle azioni.

Scambia coppie di dollari neozelandesi con XM

8. Lira turca – Valuta ad alto tasso di interesse

La Turchia ha una grande popolazione giovane e la forza lavoro è in forte crescita.

È anche un paese emergente situato geograficamente in Europa e in Asia e adiacente al Medio Oriente.

La Turchia è anche conosciuta come pro-paese perché è un paese orientato al turismo con Istanbul, che fonde la cultura orientale e occidentale, e la Cappadocia, famosa per i suoi miracoli.

La più grande attrazione della lira turca è l’ alto tasso di policy.

D’altra parte, gli alti tassi di interesse ufficiali sono anche il rovescio della medaglia di un’inflazione elevata, che va contro la lira turca in termini di parità di potere d’acquisto.

La Turchia ha un disavanzo delle partite correnti cronico e fa affidamento sugli afflussi esteri per soddisfare le sue esigenze di finanziamento interno.

Di conseguenza, le fluttuazioni del mercato tendono ad aumentare a causa di fattori che influenzano i flussi finanziari globali, come i cambiamenti nella politica monetaria nei paesi sviluppati.

Quando si investe, è necessario prestare molta attenzione alla situazione finanziaria globale nonché alla situazione economica e politica della Turchia.

Scambia coppie di lire turche con XM

9. Rand sudafricano – Facilmente influenzato dai prezzi delle risorse

Il Sudafrica è benedetto da risorse minerarie come oro, diamanti e platino ed è uno dei principali paesi di risorse minerarie al mondo.

Pertanto, il rand sudafricano è posizionato come una valuta ricca di risorse ed è caratterizzato dall’essere suscettibile ai prezzi delle materie prime come l’oro.

Il rand sudafricano è anche noto come valuta ad alto tasso di interesse.

La banca centrale SARB ha fissato un obiettivo di inflazione e sta attuando politiche per mantenere il tasso di aumento dell’indice dei prezzi al consumo (CPI) rispetto all’anno precedente tra + 3% e 6%.

Pertanto, è necessario prestare attenzione all’andamento del CPI.

Il Sudafrica ha un disavanzo delle partite correnti costante e fa affidamento sull’estero per i finanziamenti, il che lo rende suscettibile ai movimenti di cassa globali.

Scambia coppie di Rand sudafricani con XM

10. Pesos messicano – Seconda economia più grande dell’America Latina

Il Messico è un paese emergente con illa seconda più grande economia dell’America Latina dopo il Brasile.

È ricca di risorse minerali come l’argento e produce petrolio e gas naturale nella costa del Golfo.

Per questo motivo, il peso messicano è posizionato come la valuta del paese ricco di risorse e si caratterizza per esserefacilmente influenzato dall’andamento del prezzo di risorse come il petrolio greggio.

Circa l’80% delle esportazioni totali del Messico vanno agli Stati Uniti e circa la metà delle sue importazioni proviene dagli Stati Uniti (entrambe su base monetaria).

Di conseguenza, le tendenze economiche degli Stati Uniti sono importanti per l’economia messicana.

Osservando il peso messicano, dobbiamo anche considerare il rapporto tra Stati Uniti e Messico.

Se il rapporto tra i due paesi sarà buono, sarà un fattore di supporto per il pesos messicano, mentre il deterioramento del rapporto sarà un fattore negativo per il pesos messicano.

La politica monetaria del Messico è importante anche per il pesos messicano.

La BOM (Bank of Mexico) ha adottato un obiettivo di inflazione e l’obiettivo della gestione della politica monetaria è aumentare il tasso di crescita del CPI (indice dei prezzi al consumo) rispetto all’anno precedente al + 3% (1% sopra e sotto il range consentito) .

Nel mercato, un aumento dei tassi BOM (maggiore osservazione) può risultare un fattore chiave per aumentare il pesos messicano, mentre un taglio dei tassi (maggiore osservazione) è considerato un fattore per diminuirlo.

All Forex Brokers

  • 1Market
  • 4XC (4xCube)
  • AAAFx
  • AGEA
  • Anzo Capital
  • AvaTrade
  • Axi
  • Axiory
  • AZAforex
  • BDSwiss
  • BlackBull Markets
  • Capex
  • ClickTrades
  • CM Trading
  • Deriv
  • easyMarkets
  • EightCap
  • ETFinance
  • eToro
  • Evolve Markets
  • FBS
  • FinmaxFX
  • ForexMart
  • ForexVox
  • FortFS
  • Fortrade
  • FP Markets
  • FXCM
  • FXDD
  • FXGiants
  • FXGlory
  • FXOpen
  • FXPRIMUS
  • FxPro
  • FXTM
  • HotForex
  • HYCM
  • IC Markets
  • IFC Markets
  • InstaForex
  • IronFX
  • JustForex
  • Land-FX
  • Libertex
  • LiteForex
  • LMFX
  • LQDFX
  • M4Markets
  • MiltonMarkets
  • MyFX Markets
  • NordFX
  • OANDA
  • OctaFX
  • Olymp Trade
  • PatronFX
  • SimpleFX
  • SquaredFinancial
  • Tickmill
  • Tifia
  • Traders Trust
  • Tradeview
  • USGFX
  • VantageFX
  • XM
  • XTB

More from our partners